Lime italiano

Il lime italiano è un piccolo agrume molto coltivato nelle aree tropicali latinoamericane e del sud-est asiatico. Il lime fornisce il tipico aroma aspro e floreale a molti cibi e bevande della tradizione culinaria di questi paesi.

Il lime italiano (Citrus x aurantifolia) è il risultato di un’antica ibridazione tra il cedro (Citrus medica) e Citrus micrantha. Originario del sud est asiatico, si è rapidamente diffuso in molte aree tropicali dove si adatta meglio di altri agrumi alle condizioni climatiche. Per questo è entrato a far parte delle tradizioni culinarie sia asiatiche che latinoamericane, con un ruolo paragonabile a quello del limone nei paesi mediterranei e subtropicali.
Rispetto a quest’ultimo, il lime ha un sapore meno aspro e un aroma leggermente floreale e delicato della buccia. Sia come condimento che come aromatizzante, caratterizza moltissimi piatti sia di carne che di pesce (come il celebre ceviche peruviano) ed è un ingrediente base di moltissimi succhi, bevande e cocktail.
Dal punto di vista delle proprietà nutritive, il lime ha un contenuto di acido ascorbico (vitamina C) inferiore a quello del limone e di altri agrumi, seppur significativo. Inoltre è un importante fornitore di polifenoli e terpeni, molecole antiossidanti, mentre per quanto concerne gli apporti minerali ha un elevato contenuto di potassio.

Lime italiano

Il lime italiano è un piccolo agrume molto coltivato nelle aree tropicali latinoamericane e del sud-est asiatico. Il lime fornisce il tipico aroma aspro e floreale a molti cibi e bevande della tradizione culinaria di questi paesi.

Il lime italiano (Citrus x aurantifolia) è il risultato di un’antica ibridazione tra il cedro (Citrus medica) e Citrus micrantha. Originario del sud est asiatico, si è rapidamente diffuso in molte aree tropicali dove si adatta meglio di altri agrumi alle condizioni climatiche. Per questo è entrato a far parte delle tradizioni culinarie sia asiatiche che latinoamericane, con un ruolo paragonabile a quello del limone nei paesi mediterranei e subtropicali.
Rispetto a quest’ultimo, il lime ha un sapore meno aspro e un aroma leggermente floreale e delicato della buccia. Sia come condimento che come aromatizzante, caratterizza moltissimi piatti sia di carne che di pesce (come il celebre ceviche peruviano) ed è un ingrediente base di moltissimi succhi, bevande e cocktail.
Dal punto di vista delle proprietà nutritive, il lime ha un contenuto di acido ascorbico (vitamina C) inferiore a quello del limone e di altri agrumi, seppur significativo. Inoltre è un importante fornitore di polifenoli e terpeni, molecole antiossidanti, mentre per quanto concerne gli apporti minerali ha un elevato contenuto di potassio.

3 referenze e 3,5 kg di frutti esotici italiani

in un’unica cassetta direttamente dai campi delle piantagioni siciliane di Be Fruit.